«Nell’accogliere questa notizia con soddisfazione, riteniamo estremamente importante investire anche sulla formazione del personale, in quanto le persone con disabilità hanno diverse esigenze e necessità correlate alla loro disabilità»: a dirlo è Franco Lepore, presidente dell’UICI Piemonte, commentando la notizia che il circuito Sala Blu di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), il servizio di assistenza per i passeggeri con disabilità, si è arricchito di dieci nuove stazioni piemontesi nell’area della Città Metropolitana di Torino

Sala Blu di RFI«Accogliamo la notizia con grande soddisfazione, perché si tratta di un servizio fondamentale per l’autonomia e la mobilità delle persone con disabilità. Riteniamo estremamente importante investire anche sulla formazione del personale, in quanto le persone con disabilità hanno diverse esigenze e necessità correlate alla loro disabilità. Anche per questo motivo la nostra Associazione organizza periodicamente dei moduli formativi per il personale di Sala Blu, con particolare riferimento ai temi della disabilità visiva».
A dichiararlo è Franco Lepore, presidente dell’UICI Piemonte (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), commentando la notizia che il circuito Sala Blu di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), il servizio di assistenza per i passeggeri con disabilità (se ne legga anche nel box in calce), si è arricchito di dieci nuove stazioni piemontesi nell’area della Città Metropolitana di Torino, vale a dire Caselle Torinese, Caselle Aeroporto, Ciriè, Collegno, Lanzo Torinese, Mathi, Rivarolo, Settimo Torinese, Venaria Reale e Volpiano.

«Desidero ringraziare sentitamente tutti gli operatori piemontesi delle Sale Blu – aggiunge Lepore – e i lavoratori della Cooperativa Pro&Out, poiché, grazie al loro prezioso lavoro, molti ciechi e ipovedenti possono viaggiare in autonomia per motivi di studio, lavoro, turismo, vita di relazione ecc. Parliamo, dunque, di un servizio indispensabile, che consente alle persone con disabilità visive di vivere da protagonisti la loro vita». (S.B.)

Per ulteriori informazioni: comunicazione@uicpiemonte.it.

Il circuito Sala Blu
Il sistema di Sala Blu, gestito da RFI (Rete Ferroviaria Italiana), organizza il servizio di assistenza per i viaggiatori con disabilità o ridotta mobilità. Il servizio è gratuito e prevede una serie di possibilità:
° accoglienza in stazione presso il punto di incontro concordato o, per i viaggiatori in arrivo, al posto occupato a bordo treno;
° accompagnamento in stazione per l’eventuale ritiro del biglietto;
° accompagnamento a bordo del treno in partenza al posto assegnato o dal treno di arrivo all’uscita della stazione o, per chi prosegue il viaggio, a bordo di altro treno;
° disponibilità, su richiesta, della carrozzina per l’accompagnamento in stazione al treno o dal treno;
° salita e discesa dal treno tramite carrello elevatore per i viaggiatori con difficoltà motorie;
° eventuale servizio, su richiesta, di portabagagli a mano.

Il servizio è rivolto a:
° persone con problemi agli arti, anche temporanei, o persone con difficoltà di deambulazione;
° persone che si muovono in carrozzina;
° persone con disabilità visive;
° persone con disabilità uditive;
° persone con disabilità cognitive;
° persone anziane;
° donne in gravidanza.

Il servizio può essere prenotato:
° direttamente in una delle Sale Blu presenti nelle principali stazioni ferroviarie, tutti i giorni (dalle 6.45 alle 21.30);
° telefonando al numero 02 323232 (raggiungibile da telefono fisso e mobile) tutti i giorni (dalle 6.45 alle 21.30);
° compilando un modulo di prenotazione tramite il sito dedicato (a questo link);
° attraverso l’applicazione per dispositivi mobili SalaBlu+.

Nello specifico del Piemonte sono una trentina gli operatori che garantiscono il servizio di assistenza. tutti i giorni, 24 ore su 24. Il personale che opera nelle Sale Blu RFI segue un programma di formazione e aggiornamento periodici.
(a cura di UICI Piemonte)

Link: Dieci nuove Sale Blu nella Città Metropolitana di Torino (superando.it)