Oggi hai la possibilità di fare una donazione per il finanziamento di attività e progetti sostenuti dalla Fondazione “Pio Istituto dei Sordi”.  Come?

Tramite un versamento con   bonifico bancario intestato a: “PIO ISTITUTO DEI SORDI” presso la Banca Intesa San Paolo Agenzia di Via Buonarroti, 22 – Milano.

Numero IBAN: IT 92 H 03069 01789 100000007374

oppure con bollettino postale sul c/c postale n. 577205 intestato a: PIO ISTITUTO DEI SORDI – “GIULIO TARRA” Via Giasone del Maino, 16 – 20146 MILANO

 

Fai una donazione al “Fondo Sordità Milano” costituito presso la Fondazione di Comunità Milano:

Agevolazioni fiscali

Le PERSONE FISICHE che costituiscono un fondo beneficiano della detrazione dall’imposta lorda del 30% dell’importo donato, fino ad un massimo complessivo annuale pari a 30.000 € oppure deduzione dal reddito delle donazioni, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art 83. comma 1 e 2 del D.lgs 2017 n.117).

Le IMPRESE che costituiscono un fondo beneficiano deduzione dal reddito delle donazioni per un import non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art .83 comma 2 del D.lgs 2017 n 117). Attenzione! Ricordati di INSERIRE LA CAUSALE: “Donazione al Fondo Sordità Milano”

 

Un’altra opportunità per dare un concreto sostegno alle persone con disabilità uditive è quella di fare un Lascito Testamentario alla Fondazione “Pio Istituto dei Sordi”. Puoi fare donazioni in denaro, donare beni mobili (arredi, gioielli, opere d’arte) ed immobili (un appartamento, un fabbricato, un terreno). Lascito è un termine che è sinonimo di donazione, di eredità, che ha a che fare con il futuro e va ben oltre il semplice aspetto materiale. E’ un’eredità morale e sociale, con il quale è possibile aiutare chi viene dopo di noi.

Come fare un lascito testamentario? Le forme e le modalità per redigere un lascito testamentario sono diverse. I tipi di testamento più utilizzati sono due: olografo e pubblico.  Il testamento olografo: E’ la forma più semplice, viene scritto a mano direttamente dal testatore. E’ la forma più economica perché non richiede né del Notaio né di testimoni. Non può essere redatto a macchina o a computer, non può essere scritto da altri, deve recare la data e la firma per esteso e deve essere scritto in modo tale da poter desumere in modo chiaro le reali volontà del testatore. Il testamento pubblico: Viene redatto dal Notaio con la presenza del testatore e di 2 testimoni. Il notaio conserverà il testamento nei propri atti.

Il tuo aiuto consentirà di sostenere i tanti progetti che la Fondazione Pio Istituto dei Sordi finanzia in diversi settori e destina a persone sorde. Per maggiori informazioni contattaci pure al numero di telefono 02-48017296 (fax 02-48023022) oppure via e-mail all’indirizzo info@pioistitutodeisordi.org